Panorama della cittadina alsaziana di Colmar, con vista su uno dei canali e sulle case colorate

Città a colori: Colmar, in Francia

Il mondo è pieno di villaggi, quartieri, centri storici o intere città in cui gli edifici presentano tinte che sembrano uscite dal pennello di un artista. Vi porteremo in viaggio tra le più interessanti. Stavolta faremo tappa in una di queste città a colori: è Colmar, in Francia.

Colmar, la città dalle due anime

Alcune delle caratteristiche case colorate di Colmar, in Alsazia, Francia

Coi suoi circa 70.000 abitanti, situata ai piedi del massiccio dei Vosgi, Colmar è uno dei più importanti centri dell’Alsazia, storica regione francese ora confluita nel cosiddetto Grande Est. Oggi quasi sul confine con la Germania, la cittadina ha passato una buona parte della sua storia a cavallo tra due culture, quella germanica e quella francese. Ancora oggi le due anime albergano nei suoi abitanti, nei piatti tipici e nei costumi tradizionali.

Le primissime testimonianze riguardo a Colmar si devono niente meno che a Carlo Magno, che nel IX secolo ne parlò nelle sue cronache delle guerre sassoni. Da allora, il territorio ha cambiato più volte bandiera. Prima quella del Sacro Romano Impero, poi quella del Sacro Romano Impero della Nazione Germanica. Nel ‘600 per due anni fu sotto il dominio svedese, per passare successivamente al Regno di Francia. Nell’800 tornò all’Impero Germanico, e in seguito, dopo la Prima guerra mondiale, ancora alla Francia. Occupata dai nazisti nel ’40, è stata liberata nel ’45 e da allora fa parte della Repubblica Francese.

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

Le caratteristiche “case a graticcio”

Vista ravvicinata di due colorati edifici con travi a vista di Colmar, in Alsazia, Francia

Il centro storico di Colmar è uno tra i più famosi di Francia e d’Europa per via delle sue architetture medievali. Celebri sono le cosiddette case a graticcio (o a traliccio). Si tratta di edifici costruiti con strutture portanti formate da assi di legno disposte in orizzontale, in verticale e in obliquo, che rimangono a vista all’esterno delle case. Il legno più utilizzato è quello di rovere, di abete o di farnia.

Oggi perfettamente conservati e meta di molti turisti curiosi durante l’anno, gli edifici sono coloratissimi e sembrano usciti da una fiaba o da un film di animazione. In effetti in un film d’animazione ci sono finiti, ispirando — insieme al non lontano paesino di Riquewihr — il capolavoro giapponese Il castello errante di Howl, diretto da Miyazaki.

Nonostante possa sembrare una furba concessione alla famosa e famigerata “estetica da Instagram”, che predilige palette pastello e luoghi da favola, in realtà c’è una ragione storica per i colori di Colmar. In origine, infatti, ogni casa portava il colore-simbolo della professione del proprietario: bianca per i fornai, verde per i giardinieri, gialla per chi produceva formaggio, e così via.

Qualche curiosità su Colmar, la città a colori

Primo piano su una peculiare casa con travi esterne a vista e colori accesi di Colmar, in Francia. La casa è di colore giallo

  • Alcuni edifici storici sono più grandi ai piani superiori che al piano terra. Questo perché in passato venne imposta una tassa sulla superficie occupata al suolo. Chi costruiva, dunque, si ingegnò come poteva.
  • Nella regione dell’Alsazia è nato il celebre foie gras e Colmar è piena di ristoranti gourmet, anche stellati. Attualmente ce ne sono due con una stella Michelin e uno con due stelle.
  • A Colmar nacque Nacque nel 1834 Auguste Bartholdi, che fu lo scultore che realizzò la Statua della Libertà, donata dalla Francia agli Stati Uniti.
  • La zona più suggestiva della cittadina, quella con le case a graticcio, viene anche chiamata Petite Venice (la Piccola Venezia) per via dei suoi canali.

La palette cromatica di Colmar

Palette di 8 colori ispirata a quelli delle case di Colmar

Ispirandoci ad alcune tra le più affascinanti case di Colmar, abbiamo provato a estrarre una palette cromatica della città.
Tra i colori, ce ne sono certi che assomigliano decisamente alle tinte pastello della linea di vernici per effetti materici Vintage Prestige di Rio Verde, ad esempio il Ginepro, il Nocciola e il Frappè.
Gli altri si possono ricreare usando la vernice color Cocco come base. Potrebbe essere una bella idea per decorare mobili, soprammobili e complementi con la “palette Colmar”. Dopotutto Vintage Prestige si può usare praticamente ovunque: su legno ma anche su vetro, metalli, tessuti, plastica e muro.

Vista notturna di Colmar, in Francia, illuminata dalle luci natalizie che mettono in risalto i caratteristici colori “da fiaba” degli edifici

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

write_mail

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

Miscellaneous
Quanto dura un impregnante per legno esterno? Quante mani dare? Quale scegliere? Come differenza c'è con la vernice?
#colors
I colori con la I sono pochi ma molto interessanti: iceberg, indaco, indaco elettrico, incarnato prugna e il “misterioso” color Isabella.
#colors / Primo piano
Consigli e curiosità sul colore verde salvia, tra origine e abbinamenti per arredare la casa, cucina e bagno compresi
#colors
Grigio, giallo, greige, ginepro, grafite, glicine, glauco, giada, gommagutta e granata sono solo alcuni dei molti colori con la G.
News & Views
Due report raccontano come stanno cambiando le abitudini dell'abitare, in Italia e nel mondo, tra sostenibilità e voglia di più spazio.
#colors
Fango e fenicottero, fiordaliso e foglia di tè, frappè e fucsia, fulvo e fumo di Londra: ecco tutti i colori con la F.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.