10 modi originali per disporre le piante in casa

 In #colors

Ornamentali o buone da usare in cucina, colorate o total green, enormi o minuscole, rare e delicate o comuni e semplici da gestire — pollice verde o meno. Le piante possono dare alla casa quel tocco di vita, dinamismo e autenticità che manca anche negli interni progettati con la massima attenzione. Tanto più che è scientificamente dimostrato che prendersene cura riduce le stress e migliora l’umore. È però importante anche scegliere come, cosa e dove disporre le piante in casa. Ecco quindi qualche consiglio.

1. Grandi dimensioni e vasi “importanti”

Disporre le piante in casa: grandi vasi

Piante e portavasi, in questo caso, sono da considerare come un vero e proprio elemento fondamentale dell’arredo.
È una scelta piuttosto impegnativa perché presuppone un’accurata progettazione e tanta ricerca, sia per i contenitori che per le stesse specie vegetali, badando bene a considerare posizione, ritmi di crescita, fogliame, colori. Va da sé che sempreverdi, felci e cactus sono le tipologie più adeguate.

2. Creare un angolo verde

Disporre le piante in casa: un angolo verde

Chi ha spazio per farlo potrà dedicare un angolo o una zona della stanza — ad esempio lo studio o il soggiorno ma anche la camera da letto — a un vero e proprio giardino interno, sbizzarrendosi con specie, vasi e posizioni differenti.

Piante sugli scaffali di una libreria, piante sulle mensole, piante a terra e, perché no, anche stampe, quadri e oggetti a tema botanico. Una verde e sacra zona relax dove leggere, prendere una tisana o chiacchierare.

3. “Incorniciare” una porta finestra

Disporre le piante in casa: incorniciare una porta finestra

Che si affacci su un balcone, un cortile o un giardino, disporre due piante ai lati di una porta finestra dà continuità tra interno ed esterno, invitando a spaziare con lo sguardo al di là dei vetri e trasformando la visuale in un’ideale cartolina da ammirare.
Sono preferibili esemplari importanti, che vadano in verticale.

4. Disporre le piante in casa sfruttando gli spazi verticali

Disporre le piante in casa: sfruttare gli spazi verticali

Ideale sia per chi ha poco spazio sia per chi vuole dare a un ambiente un immediato impatto visivo e un’impressione di maggior profondità.

Bastano pannelli e ganci, oppure si può installare un traliccio metallico da parete (se ne trovano anche di molto economici nei negozi di bricolage), al quale appendere i vasi o intrecciare i rami di un rampicante.

5. Usare le mensole

Disporre le piante in casa: usare le mensole

È una variante del punto 4, quello dedicato allo spazio verticale.
Invece di posizionare la solitaria piantina tra libri, foto di famiglia e oggetti decorativi, perché non togliere di mezzo tutto e dedicare le mensole alle nostre amiche verdi?

6. Piante “a sospensione”

Disporre le piante in casa: piante a sospensione

Attaccate al soffitto o pendenti da un soppalco, preferibilmente in ambienti luminosi.

Non tutte le piante sono adatte a questo tipo di disposizione. Quelle “a cascata” si prestano sicuramente meglio delle altre: il singonio, il pothos, la tillandsia, la peperomia, il senecio a collana, ma anche le orchidee e alcune piante grasse. Oltretutto quest’ultime hanno il vantaggio di necessitare di poca acqua, aspetto non da poco vista la potenziale scomodità nell’annaffiare queste verdi meraviglie pendenti.

7. Anche il bagno può essere un luogo ideale

Disporre le piante in casa: in bagno

Le piante hanno la capacità di rendere più accogliente, vivo e apparentemente spazioso anche un bagno minuscolo, mentre possono rendere gli ambienti più grandi dei veri e propri paradisi.

Qui sono particolarmente indicate le felci e i vegetali che amano l’umidità. Qualora si riuscisse a installare anche una pianta “a sospensione” (vedi punto 6), sarebbe il tocco finale perfetto.

8. Piccole piante in vasi differenti

Disporre le piante in casa: piccole piante in vasi differenti

Idea che va bene sia per mensole che per davanzali, consolle e simili. Puntare sulle dimensioni ridotte ma anche sulla quantità e la varietà, mettendo in risalto piante e vasi o portavasi come si trattasse di una collezione in bella mostra.

In questo caso le più adatte sono le piante grasse, che offrono anche una grande gamma di forme differenti.

9. Viva la ripetizione

Disporre le piante in casa: ripetizione

È praticamente l’opposto del punto precedente: in questo caso si opterà per vasi o portavasi della medesima forma e dal colore simile o identico.

Si tratta di una disposizione più adatta ad ambienti sobri e minimali, e dà un’idea di ordine.

10. Creare un’isoletta verde

Disporre le piante in casa: composizione

Non servono grandi spazi: si possono creare efficaci composizioni giocando con colori ed elementi decorativi per dare senso, vitalità e movimento a un angolo della casa poco utilizzato.

Per avere maggior dinamicità e profondità è il caso di allestire diversi livelli, arricchendo il tutto con ciottoli, pezzi di ramo, conchiglie e piccoli oggetti.

Decorare e rinnovare i vasi con le vernici Rioverde

Le vernici per effetti materici e le vernici per effetti metallizzati di Rioverde possono essere utilizzate anche su ceramiche, metalli, vetro, per realizzare vasi e portavasi personalizzati e originali.

Nei nostri tutorial spieghiamo ad esempio come creare un effetto metal decapato su ceramica, un effetto materico increspato, un effetto ipermaterico su vetro, un effetto tessile con inserti in lurex e mostriamo come verniciare il vetro.
Per chi invece preferisse usare il legno, ecco un tutorial per realizzare una fioriera.

Top 10 account di interior design da seguire su Instagram