Le tendenze per le piastrelle del bagno

 In News & Views, Primo piano

Nonostante sia una delle stanze che solitamente vengono rinnovate con meno frequenza, il bagno è tra gli ambienti della casa che più risentono dei cambiamenti nei gusti estetici in fatto di interior design. Dai sanitari alle docce, dai pavimenti all’illuminazione, le tendenze mutano rapidamente. Questo è vero anche per le piastrelle, solitamente protagoniste di quello che è il vero “centro benessere” di ogni abitazione. Vediamo allora quali sono le nuove tendenze per le piastrelle del bagno.

Piastrelle di grandi dimensioni e contrasti cromatici

Tendenze piastrelle bagno: piastrelle di grandi dimensioni e contrasti cromatici

Dopo anni in cui le piastrelle a effetto mosaico sono andate per la maggiore, ci si sta spostando su elementi sempre più grandi. Si arriva fino a vere e proprie lastre con dimensioni superiori al metro.
Pure le forme variano: non solo quadrati e rettangoli ma anche triangoli e soprattutto esagoni, capaci di dare maggior dinamismo a pareti e pavimenti. L’ideale è abbinare piastrelle di due o più colori, così da creare “isole” di colore su oceani monocromatici dalle linee spezzettate.
Altra possibilità: piastrelle a contrasto con la tinta delle pareti, anche in questo caso giocando sui poligoni.

Pattern tono su tono

Tendenze piastrelle bagno: pattern tono su tono

In questo caso si punta su composizioni dai disegni regolari (ad esempio a spina di pesce) utilizzando piastrelle in diverse varianti di uno stesso colore.
Per quanto riguarda le cromie, quelle che si prestano di più sono i grandi classici per le stanze da bagno: tutti i verdi e i blu, il bianco nelle sue tante tonalità, e i colori neutri come il grigio piombo, il tortora e l’antracite.

Un suggerimento, per chi vuole evitare di rifare ex novo pareti e pavimenti, è utilizzare la vernice ad alta resistenza per pavimenti Floor Prestige della gamma Rio Verde di Renner Italia.
Si tratta di un prodotto che si può utilizzare sulla ceramica così come su grès, pietra, cemento, cotto e legno. È una vernice opaca, a base acquosa, lavabile e assai tenace anche per ambienti ad alto calpestio. Si applica senza uso di primer. Più avanti spieghiamo come.

Stile maiolica o azulejos tra le tendenze per le piastrelle del bagno

Tendenze piastrelle bagno: stile maiolica o azulejos

Non c’è nulla che regali un “sapore di Mediterraneo” come le maioliche e i loro cugini iberici, gli azulejos. Nati nel ‘500, questi ultimi si ispirano proprio alle tecniche di produzione tipiche delle maioliche e si possono ammirare in molte città spagnole e soprattutto portoghesi (ecco ad esempio un account Instagram interamente dedicato agli azulejos di Porto).

Caratterizzate da disegni spesso multicolori e complessi, nei bagni contemporanei sono maggiormente indicate le versioni più geometriche e mono- o bicolore.
Anche in questo caso non è necessario sostituire tutto. Se si hanno già semplici piastrelle quadrate, bastano degli stencil e la vernice per pavimenti Floor Prestige, disponibile nei colori tortora, papiro, cemento, piombo e antracite.

Come si verniciano le piastrelle con Floor Prestige?

Tendenze piastrelle bagno: come si verniciano le piastrelle con Floor Prestige?

Eccoci finalmente al come.
Abbiamo già accennato che per rinnovare il look del bagno può essere più che sufficiente una mano di vernice. Si tratta di un lavoro semplice, economico e abbastanza rapido. I risultati possono essere sorprendenti, con un minimo di organizzazione si può far cambiare volto e atmosfera alla stanza.

Gli strumenti necessari

Gli strumenti necessari per verniciare le piastrelle

Si trovano tutti in ferramenta e nei negozi di bricolage.

  • Vaschetta per pittura.
  • Carta per mascheratura / nastro adesivo di carta.
  • Teli di plastica (per proteggere mobili e sanitari).
  • Pennello tondo strozzato (per gli angoli).
  • Rulli per pittura (uno grande e uno piccolo).
  • Asta telescopica (se si devono raggiungere zone in alto).
  • Vernice Floor Prestige.
  • Acetone e sgrassatori per la pulizia dei pavimenti e/o piastrelle.
  • Stracci.
  • Spugne.
  • Carta assorbente per la casa.
  • Guanti di protezione.
  • Dispositive per la protezione delle vie respiratorie (mascherine).
  • Occhiali di protezione.
  • Abbigliamento da lavoro.

Se ci sono piccole crepe nelle piastrelle servono anche:

  • un barattolo di stucco di riempimento;
  • una spatola.

Se si vogliono fare decorazioni:

  • pennello per decorazioni;
  • stencil;
  • spugnetta per stencil.

Come procedere

Come verniciare le piastrelle in ceramica del bagno

  1. Ripristinare le eventuali piastrelle danneggiate.
    È la prima cosa da fare nel caso ci siano piccole crepe da riempire o fessurazioni. È un lavoro che va eseguito con attenzione, rimuovendo gli eccessi di stucco così da evitare imperfezioni sulla superficie. Se dovessero esserci delle piastrelle staccate, andranno incollate per riempire gli spazi vuoti.
  2. Pulizia delle piastrelle.
    È importante sgrassare bene la superficie utilizzando un prodotto adatto. Oltre allo sporco e alla polvere vanno tolti tutti i residui di colla (nel caso fossero presenti ganci adesivi o simili).
    Se necessario, usare l’acetone per rimuovere le macchie più ostinate. In particolare ci si deve concentrare sulle fughe, che solitamente sono la parte più grassa e sporca.
  3. Mascherare.
    Con il nastro adesivo di carta si delimiteranno i confini delle zone da pitturare, così da salvaguardare pareti, altre piastrelle, mobili, prese di corrente e zoccoli.
    I teli di plastica vanno invece stesi a terra e su mobili e sanitari.
  4. Verniciare: la prima mano.
    Aprire il barattolo di vernice e mescolarlo con attenzione. Con le vernici Floor Prestige non serve alcuna base: il colore si applica direttamente sulle piastrelle.
    Il prodotto va versato in una vaschetta per la pittura.
    Con un pennello tondo strozzato si possono definire gli angoli. Per stendere meglio il prodotto è bene usare un rullo. Le zone più ampie si verniciano con un rullo grande, le zone più piccole con un rullo di dimensioni ridotte, gli spazi più piccoli con il pennello.
    Se si sta verniciando un pavimento è meglio procedere con il lavoro dall’esterno verso l’entrata, così da poter uscire senza combinare pasticci una volta terminato il lavoro.
    Il nastro usato per le mascherature è meglio rimuoverlo prima che la vernice si asciughi, in modo da evitare che se ne stacchino dei frammenti.
  5. Verniciare: la seconda mano.
    Si può applicare già dopo un paio di ore.
    Qualora la si fosse rimossa, la mascheratura va di nuovo adoperata.
    Per il resto, la procedura è identica a quella della prima mano.
    Dopo l’applicazione del prodotto il locale va areato adeguatamente e bisogna aspettare almeno 24 ore perché l’essiccazione finale sia completa.

Decorazioni con gli stencil

Tendenze piastrelle bagno: decorare con gli stencil

Per decorare le piastrelle con forme geometriche e motivi più o meno complessi è sufficiente procurarsi degli stencil. Se ne trovano di già pronti in ferramenta e nei negozi di prodotti per il bricolage. Ma si possono anche fabbricare in casa, con carta o cartoncino, forbici e taglierina. Online è possibile trovare numerosi esempi da scaricare.

Per il resto del procedimento, seguire le istruzioni precedenti per quanto riguarda la prima mano. Per la seconda, invece, va scelto un colore a contrasto, da applicare poi tramite stencil con pennello o — per ottenere l’effetto cementina — la spugnetta.

Top
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi
Lo stile shabby chic non è solo biancoCome cambieranno gli spazi domestici dopo la pandemia