VERNICE POLIURETANICA E LA VERNICE ALL’ACQUA: IL MONDO DELLA VERNICIATURA

 In Blog, En plein air

VERNICE POLIURETANICA o LA VERNICE ALL’ACQUA?

Cambiare stile alla libreria e rinnovare le persiane, impreziosire la vecchia dispensa e ricreare l’arredo del giardino. Ridipingere la cuccia del cane o il cancello di ferro, trasformare la vecchia panchina in giardino. Con un po’ di fantasia, qualche dritta e, soprattutto, gli strumenti adeguati, tutto è possibile. Come districarsi, però, nella giungla della vernice. Vernice ad acqua e a solvente, oli, smalti, cere, impregnanti? Che differenza c’è? Quali sono i prodotti che conservano la tinta del legno e quali quelli che la colorano? Vediamo insieme come potersi orientare.

La vernice per legno può essere classificata innanzitutto in base alla formulazione e in base al supporto su cui viene applicata. Classificata per formulazione, la vernice per legno si divide tra:

  • vernice per legno a base acqua;
  • vernice per legno a base solvente.

In cosa differisce la vernice per legno a base acqua e la vernice per legno a base solvente? Vediamo un esempio. Nella linea Rio Verde di Renner Italia la vernice a base acqua è composta di acqua per il 30-90% ed è formulata su un impianto di resine acriliche. L’acqua evapora velocemente, altrettanto avviene per la reticolazione del legante. Va diluita con acqua, ha un’elasticità medio-alta, una resistenza chimica medio-alta, una resistenza agli agenti atmosferici medio-alta e una lucidità medio-alta.
La vernice a base solvente, detta anche vernice poliuretanica, è composta di solvente per il 30-90% e si basa su resine poliuretaniche. Va diluita con diluenti chimici, ha un’elasticità medio-bassa, una resistenza chimica alta, una resistenza agli agenti atmosferici medio-bassa e una lucidità alta.

Classificata per supporto, la vernice per legno di divide tra:

  • vernice per legno per interno (arredo, parquet, pavimentazioni, scale, travi, sottotetto);
  • vernice per legno per esterno (infissi, rivestimenti, arredo da giardino).

Esistono dunque vernici per legno a base acqua per interno, vernici per legno a base acqua per esterno, vernici per legno a base solvente per interno e vernici per legno a base solvente per esterno. Classificare in maniera esaustiva un prodotto è necessario per rispondere nella maniera più precisa possibile alle richieste dei consumatori.

Le tipologie di prodotto verniciante sono tre:

  • prodotti non filmanti;
  • prodotti filmanti;
  • prodotti speciali.

I PRODOTTI NON FILMANTI: LE TINTE, I MORDENTI, GLI IMPREGNANTI PER ESTERNO (VERNICE POLIURETANICA E LA VERNICE ALL’ACQUA)

LE TINTE. Le tinte sono coloranti per interni che vengono generalmente stesi come primo trattamento al legno grezzo. Hanno la funzione di attribuire al legno le colorazioni desiderate lasciando intravedere le venature e sono costituite da soluzioni o dispersioni di sostanze coloranti, in solventi o in acqua.

I MORDENTI O MORDENZATI. Nella verniciatura del legno sono mordenti (o mordenzate) le semplici tinte a base di coloranti sciolti in acqua.

GLI IMPREGNANTE PER ESTERNI. Nel caso dell’arredo per esterni, prima di ogni altro eventuale trattamento è consigliato l’utilizzo di un impregnante. L’impregnante è una vernice per legno utilizzata per proteggere i manufatti esposti alle intemperie: finestre, persiane, scuri, arredo da giardino, rivestimenti. Gli impregnanti Rio Verde sono vernici all’acqua e vernici a solvente che lasciano intravedere la venatura del legno. Nello specifico:

  • difendono il legno del serramento o del mobile da giardino dall’umidità e degli attacchi biologici (muffe e funghi) attraverso uno straordinario legante di dimensioni nanometriche;
  • esaltano l’estetica del legno e lo colorano in maniera omogenea grazie a speciali ossidi di ferro trasparenti capaci di assorbire la radiazione ultravioletta;
  • inibiscono che la lignina, ovvero la principale molecola del legno, si ossidi;
  • depositano in profondità assorbitori di radicali liberi in grado di mettere in sicurezza la lignina e di rallentare il naturale invecchiamento del legno.

La linea Rio Verde di Renner Italia ne propone con diverse caratteristiche: l’impregnante classico all’acqua, l’impregnante ceroso all’acqua che conferisce un soffice effetto ceroso al supporto; l’impregnante gel all’acqua, perfetto per essere applicato anche in verticale, visto che non sgocciola; l’impregnante classico a solvente; l’impregnante ceroso a solvente.

I PRODOTTI FILMANTI: I FONDI, LE FINITURE E GLI SMALTI

Vernice POLIURETANICA per esterno

Vernice POLIURETANICA per esterno

I FONDI. I fondi all’acqua sono vernici che preparano il legno alla stesura della finitura. Uniformano la superficie e per questo vengono anche definiti intermedi. Siccome servono da riempitivo, vengono applicati nella quantità di mani che il supporto necessita. Nella linea di vernici Rio Verde sono presenti solo fondi all’acqua per mobili, perché l’applicazione di impregnanti, finiture e smalti da esterno è sufficiente a ottenere l’effetto estetico desiderato.

LE VERNICI. Con vernice si intende il prodotto verniciante di finitura trasparente. Il prodotto, cioè, che applicato sulla superficie lignea forma un film continuo o discontinuo trasparente. La vernice/finitura può presentare una leggera colorazione che lascia comunque intravedere la venatura del legno.

Vernice ad acqua e vernici poliuretaniche per esterno. Nello specifico, le finiture per esterno Rio Verde sono vernici all’acqua e vernici a solvente che assecondano i movimenti del legno e impediscono la rottura della pellicola. La finitura trasparente per esterno Rio Verde scherma il legno dalle radiazioni UV; blocca la penetrazione di acqua sotto qualsiasi forma; fa respirare il legno; è estremamente elastica; vanta massima trasparenza grazie alla mancanza quasi totale di microschiuma; vanta massima morbidezza al tatto grazie a particolari cere micronizzate impiegate nella formulazione. Sono disponibili: la finitura classica all’acqua; la finitura cerosa all’acqua, elastica e satinata; la finitura alta resistenza UV all’acqua, massima barriera contro i raggi UVA/UVB; la finitura a solvente opaca; il flatting a solvente, vernice corposa e resistente formulata per la protezione degli oggetti in legno esposti alle sollecitazioni della salsedine.
Le finiture all’acqua della gamma Rio Verde sono formulate su un impianto di resine acriliche. Tali materie prime evidenziano pesi molecolari elevati per favorire l’evaporazione. Le resine acriliche mantengono nel tempo elevati coefficienti di elasticità. Le finiture a solvente, invece, sono basate su resine poliuretaniche.

Vernici ad acqua per interni. Come finiture per interni, nella gamma Rio Verde sono presenti esclusivamente finiture a base acqua. Non sono previste, dunque, vernici poliuretaniche. Ciò è dovuto all’attenzione rivolta alla salute: indoor è importante che le emissioni siano pulite. Creata per impreziosire, proteggere gli arredi e farli durare nel tempo, la finitura all’acqua per interni di Rio Verde è realizzata con resine acriliche iningiallenti. La finitura all’acqua per interno Rio Verde: presenta scarsissime emissioni di composti organici volatili ed è senza formaldeide; resiste a graffi, abrasioni e agenti chimici; è attenta alle moderne esigenze del design; è soffice e vellutata al tatto. Nello specifico è disponibile la finitura all’acqua opaca per mobili; la finitura all’acqua lucida per mobili; la finitura all’acqua satinata bianca per mobili; la finitura all’acqua per parquet (semilucida o opaca).

detergente neutro

detergente neutro

GLI SMALTI. Smalti, pigmentati e laccati sono i prodotti vernicianti di finitura pigmentata coprente. Parlando di smalti, ne esistono, anche in questo caso, di due tipi: a base solvente e all’acqua. Lo smalto a base solvente è stato il primo introdotto in commercio. In quando a base solvente, è poco adatto ad ambienti interni, dove peraltro è prevedibile il contatto fisico e con gli alimenti. Lo smalto all’acqua è più recente e si contraddistingue per la dispersione acquosa, rendendolo adeguato anche per la cucina e il bagno.

Come scegliere il miglior smalto ad acqua? Come detto, lo smalto ad acqua è preferibile allo smalto a solvente per una serie di motivi: è fluido, durante l’asciugatura non emette sgradevoli odori e neppure sostanze chimiche dannose. I migliori smalti ad acqua hanno colori paragonabili a quelli degli smalti a base solvente, mentre gli smalti ad acqua scadenti tendono a perdere di luminosità durante l’asciugatura. Lo smalto ad acqua è adatto a tutte le superfici: una volta asciutta, la vernice all’acqua crea una pellicola resistente e impermeabile. Per questo può essere tranquillamente utilizzata anche all’esterno su qualsiasi materiale, dal legno – la vernice all’acqua permette al legno di respirare – al ferro, dall’alluminio alla plastica.

Lo smalto Rio Verde è una vernice ad acqua per legno – ne copre le venature – e per il ferro. Lo smalto Rio Verde è una vernice pigmentata e possono essere opachi e semilucidi. Protegge il legno esposto in esterno (infissi, arredo da giardino, rivestimenti) dalle radiazioni solari grazie alla robusta copertura dei pigmenti; non varia la colorazione iniziale grazie all’utilizzo di pigmenti titanicamente resistenti alla luce e di additivi stabilizzanti per la protezione del colore; è permeabile al vapore; impedisce a pioggia, condensa, nebbia, brina, ghiaccio e neve di penetrare nella struttura del legno e di danneggiarla; ha un elevato coefficiente di elasticità; è morbido e vellutato al tatto grazie a speciali cere micronizzate. Rio Verde propone 10 tinte per soddisfare anche i bricoleur più esigenti.

VERNICI AD ACQUA: COME SI USANO?

Nello specifico tutti i prodotti Rio Verde, perfetti e sicuri per uno privato, sono stati formulati per rendere semplicissima l’applicazione a pennello. In generale, sulle etichette e sulle schede tecniche sono sempre indicati gli strumenti e le modalità di applicazione.

I PRODOTTI SPECIALI PER LA CURA E LA MANUTENZIONE DEL LEGNO: GLI OLI E LE CERE

Oli e cere

Oli e Cere

Il legno è un materiale vivo, pertanto va mantenuto e curato, affinché possa durare a lungo e in ottime condizioni. La prima regola è: ricordarsi di nutrire il legno.

L’olio. L’olio a solvente per Teak di Rio Verde, per esempio, è particolarmente delicato e nutre il legno esotico. Applicandolo almeno due volte l’anno preserva la naturale bellezza del legno. L’Hi-deck Hydro Oil per decking, invece, è fortemente resistente ai raggi UV, all’acqua e alle muffe. Questo olio all’acqua per pavimentazioni da esterno si autoconsuma (non sfoglia), consentendo di rinnovare il trattamento senza carteggiatura. L’Olio decorativo 2 in 1, infine, risponde alle esigenze di rifinitura, protezione e manutenzione: è un olio all’acqua dalle colorazioni iridescenti.

La cera. La cera è utilizzata per ravvivare, lucidare e proteggere i pavimenti in legno, rallentare l’usura e mascherare i graffi. Come la Cera all’acqua per parquet di Rio Verde: la protezione deve essere ripetuta nel tempo (mantenimento). Prima dell’applicazione della cera è consigliato ottenere una superficie lignea piana e omogenea. Le cere sono soprattutto applicate per le pavimentazioni in legno (cere per parquet all’interno, cere per decking in esterno), ma possono essere utilizzate anche per la finitura di mobili che riproducono lo “stile” antico, come l’arte povera.

In generale, come propone Rio Verde, i prodotti speciali sono numerosi e importantissimi, prima, durante e dopo la verniciatura del legno. Servono infatti

  • a preparare il supporto per la vernice come nel caso del fondo turapori, del fondo Rinnovalegno, dell’Eliminagrigio e l’Antiruggine;
  • a mantenere pulito e in condizioni ottimali il legno già verniciato, come nel caso del detergente neutro T.Clean e il ravvivalegno T.Top+, ma anche della cera per parquet;
  • a correggere imperfezioni o a bloccare eventuali fenomeni di degrado, come nel caso dell’olio Restaurarredi, del Restaurainfissi, dell’Antitarlo.
Top smart city