Vista sul Duomo di San Giorgio, capolavoro di architettura barocca a Ragusa Ibla

Il Festival Barocco e Neobarocco a Ragusa

Dal 15 al 18 settembre 2022 la città di Ragusa ospiterà il Festival Barocco e Neobarocco. Un evento dedicato al design e alla cultura del progetto in uno dei luoghi in cui l’architettura barocca italiana del’700 ha raggiunto i suoi vertici.

Ragusa città del barocco

Vista notturna dall'alto su Ragusa Ibla

Tra il 9 e l’11 gennaio del 1693 una sequenza di terremoti — la più distruttiva finora verificatasi in Italia — rase al suolo parte delle città e dei paesi della Sicilia orientale, in Val di Noto. L’evento sismico più potente, di magnitudo 7.7, distrusse quasi totalmente la città di Ragusa, che venne successivamente ricostruita in stile tardo barocco.

Oggi capoluogo di provincia, Ragusa è, insieme a molti centri del territorio, una delle destinazioni più affascinanti per appassionati e studiosi di architettura barocca. Il solo territorio cittadino, che sorge a 550 m sul livello del mare, ai piedi dei monti Iblei, può vantare ben 18 monumenti considerati dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. 14 di essi si trovano nella zona più antica del centro urbano, la cosiddetta Ragusa Ibla. Sorta sulle rovine della città medievale, e un tempo comune separato, dal 1927 Ragusa Ibla fa parte del capoluogo, del quale è il quartiere più antico.

Il Festival Barocco e Neobarocco

Veduta di alcuni tipici mascheroni barocchi sotto i balconi di Palazzo Cosentini a Ragusa Ibla

Proprio a Ragusa Ibla l’architetto e designer Roberto Semprini ha deciso di organizzare un evento dedicato al design neobarocco e alla cultura del progetto: il Festival Barocco e Beobarocco.
La prima edizione avrebbe dovuto svolgersi a fine 2020 ma, a causa della pandemia, fu rimandata al 2021.
Dal 15 al 18 settembre prossimi si terrà la seconda edizione, che si svilupperà in diverse, meravigliose location cittadine. Tra queste Palazzo della Cancelleria, Palazzo Cosentini e Palazzo La Rocca, tutti e tre monumenti designati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. E poi la Chiesa San Vincenzo Ferreri, i Giardini Iblei e il Castello di Donnafugata.

Il festival è pensato sia per appassionati e curiosi che per addetti ai lavori. Il ricco programma prevede infatti mostre, installazioni, incontri, presentazioni di libri e progetti, dibattiti e cene neobarocche, il tutto in collaborazione con aziende, enti locali, istituzioni legate al design e università come l’Accademia di Belle Arti di Firenze, l’Accademia di Belle Arti di Brera, l’Isia di Faenza e l’Accademia di design e arti visive ABADIR.

In un periodo in cui il neobarocco e il barocco moderno sono di gran moda, un festival come questo, oltre a essere un’occasione per visitare luoghi splendidi e immergersi nella bellezza, può anche essere un ottimo spunto per chi vuole arredare la propria casa “in barba” al minimalismo imperante.

Veduta dei Giardini Iblei di Ragusa Ibla, con le loro caratteristiche palme

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

News & Views
Protagonista dei cataloghi di arredamento e delle pagine delle riviste di design, il divano senape si abbina a moltissimi stili e colori.
News & Views / Primo piano
Nato nell'omonima città messicana, lo stile Mérida è frutto della fusione tra tradizioni e contemporaneità.
#colors
Da anni in fase di rilancio, il centro storico di Salvador de Bahia è caratterizzato da edifici con le facciate color pastello.
News & Views
Il minimalismo “caldo” e funzionale dello stile mediterraneo, tipico delle abitazioni tradizionali che troviamo sulle cose del nostro mare.
News & Views
Un festival dedicato al barocco e al neobarocco in una delle città più affascinanti della Sicilia e dell'Italia intera.
Primo piano
Cos'è un impregnante cerato per legno? E che differenza c'è con una finitura cerata? Scopriamo a cosa servono e quando usare questi prodotti.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.