Verniciare un mobile senza sverniciare in pochi e semplici passaggi

Per verniciare un mobile senza sverniciare occorrono pochissime cose. Le vernici Vintage Prestige, uno strumento di applicazione (pennello o rullo) e un po’ di creatività. Niente primer e niente finitura, perché le vernici Vintage Prestige sono formulate ad altissima copertura e hanno un forte aggrappaggio su tutte le superfici.

L’incubo peggiore per chiunque voglia verniciare un mobile senza sverniciare o dipingere un mobile laccato senza scartavetrare è, ovviamente, la carteggiatura. Lunga, faticosa, ci riempie la casa di polvere e ci costringe a un lungo lavoro di pulizia. Con Vintage Prestige puoi dire addio alla sverniciatura e dipingere mobili effetto shabby e/o verniciare mobili in laminato senza fatica! Ma Vintage Prestige non elimina solo il problema della carteggiatura: ti aiuta anche a risparmiare tempo. Come? Semplice, le vernici Vintage Prestige, a differenza di altri prodotti utilizzati per dipingere mobili effetto shabby, non necessitano dell’applicazione del primer (detto anche fondo o aggrappante), ma possono essere applicate direttamente sulla superficie da verniciare. Inoltre, a differenza delle pitture a gesso o della cementite, le vernici Vintage Prestige sono formulate all’acqua. Hanno quindi bassissime emissioni di COV pur mantenendo il loro aspetto materico (o “gessoso”) e coprono efficacemente anche i colori più scuri come quelli dei mobili marroni.

Quindi, se la tua domanda è come verniciare un mobile laccato o come verniciare un mobile da marrone a bianco e vuoi cambiare colore al mobile in legno stai leggendo l’articolo giusto.

Scopriamo quindi come fare.

ragazza che usa un pennello per verniciare un mobile senza sverniciare
Ragazza che dipinge mobile laccato senza scartavetrare

Verniciare un mobile senza sverniciare: come risparmiare tempo e fatica con Vintage Prestige

Dipingere un mobile laccato senza scartavetrare è il sogno di ogni hobbista. Ma ce ne sono molti altri nel cassetto. Chi non fantastica su come verniciare un mobile da marrone a bianco senza sforzo, nascondendo completamente il colore di fondo? Chi non sogna di cambiare colore al mobile in legno, perché ormai “quel colore non è più di moda”? Dipingere mobili effetto shabby senza fatica e senza perdite di tempo con le vernici Vintage Prestige è possibile. Infatti, queste vernici dall’aspetto gessoso, ma formulate all’acqua, ti permettono di saltare due passaggi, altrimenti obbligatori per cambiare colore al mobile in legno o verniciare mobili in laminato: la carteggiatura e l’applicazione del primer (o aggrappante).

  • Carteggiare è un’operazione faticosa. Può essere svolta tramite strumenti automatizzati, come le smerigliatrici, che purtroppo non tutti possiedono, o a mano. La carteggiatura a mano è quella che probabilmente accomuna la maggior parte degli utenti che desiderano trasformare i loro vecchi mobili in arredi shabby. Necessita fatica e tempo, soprattutto nel caso di oggetti molto grandi. Inoltre, la polvere di carteggiatura si sparge facilmente e ci costringe quindi a un ulteriore lavoro di pulizia di tutti gli ambienti.
  • Il secondo passaggio che viene eliminato è l’applicazione del primer. A differenza di altri prodotti, che per rimanere ancorati alla superficie necessitano obbligatoriamente dell’applicazione dell’aggrappante, pena la mal riuscita del lavoro, le vernici Vintage Prestige sono formulate ad altissimo aggrappaggio, così da non avere bisogno di primer. Anzi, in alcuni casi, per esempio se vengono sovraverniciate con le vernici metallizzate della gamma Golden Prestige, fanno esse stesse da fondo!

Ecco quindi servito un prodotto pronto all’uso e di facile utilizzo per la trasformazione dei vecchi mobili in arredi shabby chic di tendenza.

Ma giustamente ci si chiede: come posso verniciare un mobile senza scartavetrare? Che passaggi devo seguire?

Applica i nostri consigli passo dopo passo e il risultato è assicurato! Andiamo quindi a scoprire il procedimento.

ragazza che usa un pennello per dipingere mobili effetto shabby
Una pennellata che vernicia un mobile da marrone a bianco

Come verniciare una porta in legno senza scartavetrare

Per verniciare un qualsiasi manufatto, come una porta, in legno senza scartavetrare e ottenere un risultato ottimale dal punto di vista prestazionale ed estetico, con un perfetto effetto shabby per esempio, ti basta seguire questi pochi e semplici consigli.

  • Opacizzare bene tutta la superficie del manufatto con scotch brite per renderla omogenea per la successiva fase di verniciatura. L’opacizzazione della superficie è un’operazione semplice e veloce.
  • Sgrassare bene la superficie con un panno imbevuto di acetone per rimuovere ogni residuo di grasso e sporco.
  • Mescolare il prodotto. Le vernici Vintage Prestige sono formulate per dare un effetto materico (o “gessoso”) e per questo risultano molto dense. Se risultassero troppo dense, è possibile diluirle fino a un 20% con acqua di rete.
  • Applicare la prima mano di Vintage Prestige tramite l’utilizzo del pennello. Questa operazione può anche essere effettuata a rullo per una migliore omogeneità superficiale. Attendere due ore prima di applicare la seconda mano e 6/8 ore per l’essiccazione finale.
  • Applicare una mano di Olio Decorativo Naturale RO3000 per una maggiore protezione del manufatto.

I prodotti della gamma Vintage Prestige sono pronti all’uso e semplicissimi da applicare a pennello, ma, in ogni caso, per tutti i prodotti si raccomanda di seguire le istruzioni riportate in etichetta e di rispettare i tempi di essiccazione. Anche il migliore dei prodotti può risultare ostico se non si rispettano i pochi e semplici passaggi descritti in etichetta.

Inoltre, come già detto, i prodotti Vintage Prestige non necessitano né di primer né di finitura. Per un risultato ottimale sia prestazionale che estetico, sono comunque consigliate l’opacizzazione con panno abrasivo, la pulizia con acetone e l’applicazione di RO3000 come ulteriore protezione per manufatti molto esposti a usura e detergenti, come il piano della cucina.

come verniciare un mobile laccato
Uomo che svernicia una porta tramite carteggiatura

Come si fa a sverniciare un mobile

Sverniciare un mobile è un’operazione molto delicata, che richiede tempo ed energie. Si possono usare diverse tipologie di prodotti svernicianti a seconda del manufatto che si ha e delle condizioni in cui si trova.

  • Per sverniciare un mobile è consigliabile utilizzare la carta abrasiva e carteggiare la superficie. La carta abrasiva dispone di diversi tipi di grana che vanno utilizzati a seconda dello stato di degrado dell’oggetto. Più la grana è grossa, più i numeri corrispondenti della carta abrasiva sono bassi e lo stato di degrado è alto (esempio: 180 è una grana più grossa di 400. La grana 180 si usa per lavorazioni più invasive rispetto alla grana 400). Per sverniciare un mobile con la carta abrasiva bisogna sfregarla energicamente sulla superficie, fino a eliminare tutti i residui della vecchia vernice.
  • Un’alternativa alla carta abrasiva è la pistola termica. Il procedimento è semplice: aziona la pistola in corrispondenza della vernice da eliminare. Il calore la ammorbidirà e sarà possibile rimuoverla con un raschietto. Non esercitare troppa pressione per evitare che il legno si danneggi.
  • Il lavoro si fa più duro quando entrano in gioco elementi ostici da trattare, come le travi. Come si fa a sverniciare le travi? Non esiste un modo semplice per rimuovere la vernice dalle travi di legno. Il modo più sicuro ed efficace è certamente quello di affidarsi a professionisti del settore che possiedono gli strumenti adatti.
  • La soda caustica è un metodo tradizionale che presenta tuttavia delle controindicazioni. È opportuno utilizzarla con la debita cautela: si rischia di rovinare il legno per via della particolare aggressività della sostanza che senza accorgimenti (guanti e protezioni) potrebbe irritare anche le nostre mani.
  • Altra metodologia è quella che vede impiegati, questa volta senza particolari controindicazioni, gli svernicianti chimici, liquidi o in gel. Puoi applicarli con un pennello o con una spatola sulle superfici da sverniciare. Lasciali agire e, appena vedi che la vernice si solleva creando delle bolle, rimuovi i residui con una spatola o con un raschietto. Probabilmente sarà opportuno ripetere l’operazione due volte per eliminare completamente i residui della vecchia vernice. Pulisci poi il manufatto con una passata di paglietta e di un panno imbevuto di acetone o alcool. Si consiglia sempre di effettuare una prova in un angolo del mobile per appurare che il prodotto non lo danneggi.
  • Nel caso di vecchi strati di cementite o prodotti a base di gesso, si consiglia l’utilizzo di uno sverniciatore specifico, vista l’osticità del prodotto da togliere. Se sei interessato ad altri consigli sulla cementite, puoi consultare un’altra lettura.

Dopo avere sverniciato il manufatto, mantenerlo pulito e in ordine è un’operazione fondamentale per allungargli la vita. La linea Rio Verde offre una serie di prodotti ausiliari, come il Detergente T.Clean e il Rinnovalegno T.Top+, che sono i perfetti alleati per una manutenzione veloce, semplice ed efficace.

cambiare colore al mobile in legno
Uomo che svernicia una porta con smerigliatrice

Cosa serve per restaurare un mobile

Per verniciare un qualsiasi manufatto, come una porta, in legno senza sverniciare, restaurare un mobile, cambiare colore al mobile di legno o dipingere un mobile laccato senza sverniciare hai bisogno di:

  • Scotch brite o panno abrasivo. Lo scotch brite è lo strumento ideale per verniciare un mobile senza sverniciare. Ricorrendo a una leggera opacizzazione della superficie, la prepara per la fase successiva di pulizia. Si può trovare in tre colorazioni, relative al potere di abrasione: verde (grana fine), grigia (grana media), rossa (grana grossa). Lo scotch brite è molto più comodo della carta abrasiva, perché non si rompe, ha una durata maggiore e penetra meglio all’interno di solchi e scanalature grazie al suo spessore.
  • Pennello. I pennelli presentano molte tipologie diverse a seconda dell’utilizzo finale, del materiale che compone le setole, ecc. Il pennello è in effetti uno degli strumenti più utilizzati per dipingere mobili effetto shabby, cambiare colore al mobile in legno o verniciare mobili in laminato. Per le vernici Vintage Prestige consigliamo un pennello con setole sintetiche di 6 cm circa.
  • Acetone. L’acetone è il prodotto ideale per rimuovere residui di grassi dalla superficie del mobile da riverniciare. Non lascia aloni, né residui oleosi in fase di evaporazione, quindi è perfetto per una pulizia accurata della superficie su cui andremo ad applicare la vernice.
  • Vintage Prestige. Questa gamma di vernici all’acqua per dipingere mobili con effetto shabby è disponibile in dieci colorazioni pastello. Ognuna di esse vanta un eccezionale ancoraggio su moltissime superfici (legno, plastica, vetro, metallo ecc.). I prodotti della serie RB1x90 sono ideali per verniciare un mobile senza sverniciare grazie al loro potere super aggrappante. Sono classificate in classe A+ per le emissioni interne, non contengono formaldeide e rispettano la norma EN 71.3 per la verniciatura in sicurezza dei giocattoli.
  • Olio decorativo naturale RO3000. L’olio è ideale come ultima finitura per proteggere i manufatti in legno posti all’interno. Questo prodotto mantiene inalterato l’aspetto naturale del legno e conferisce un tocco setoso alla superficie, oltre che una straordinaria idrorepellenza.
dipingere mobile laccato senza scartavetrare
Latta di vernice bianca su sfondo di legno con pennello per verniciare un mobile da marrone a bianco

Sei pronto a cambiare colore al tuo mobile in legno? Ora hai tutte le informazioni per dipingere un mobile laccato senza scartavetrare e sai come verniciare un mobile da marrone a bianco senza sforzo. Ricolora senza carteggiare con Vintage Prestige!

Guarda il nostro tutorial e lasciati ispirare

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

#colors
Vietri sul Mare, il più grande centro della costiera amalfitana, non è conosciuto solo per le bellezze naturali ma anche per le ceramiche.
Primo piano / Suggerimenti
Scopriamo insieme come sverniciare il legno in modo naturale. Le principali tecniche, gli attrezzi, i trucchi del mestiere per sverniciare velocemente e le pratiche ormai desuete.
News & Views
Il mercato dei vinili è ancora una nicchia, ma in costante aumento. E c'è sempre più gente che dedica un angolo della casa al giradischi.
News & Views / Primo piano
Il Milano Design Film Festival è un evento unico nel suo genere e porta in Italia film da tutto il mondo dedicati ad architettura e design.
News & Views
Protagonista dei cataloghi di arredamento e delle pagine delle riviste di design, il divano senape si abbina a moltissimi stili e colori.
News & Views / Primo piano
Nato nell'omonima città messicana, lo stile Mérida è frutto della fusione tra tradizioni e contemporaneità.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.