NEWS & VIEWS: LA CASA DOMOTICA, I VANTAGGI E I RISPARMI DI UNA CASA INTELLIGENTE

Autunno. Tisana, copertina leggera, jazz in sottofondo. Quale momento migliore per fantasticare su come rendere la vita un po’ meno complicata e un po’ più rilassata? Potrebbe essere proprio questo il momento giusto per sognare, e magari per capire meglio di cosa parliamo quando parliamo di casa domotica. Perché la domotica ha come obiettivo quello di migliorare la qualità della vita all’interno della nostra casa attraverso una serie di automatismi, generalmente controllati da un cervello – uno snodo centrale – che permette un maggior controllo su alcune zone della casa e determinate operazioni automatiche che si attiveranno come conseguenza di un determinato evento.

QUALI SONO GLI OBIETTIVI DI UNA CASA DOMOTICA

La casa domotica

Come detto, la casa domotica deve, in primis, migliorare la vita, semplificandola. Poi deve aumentare la sicurezza interna, diminuire i consumi elettrici e i costi gestionali, semplificare l’installazione e la gestione dell’impianto. A un primo approccio, si potrebbe pensare che la casa domotica sia complicata ma, se lo fosse, verrebbe meno a uno dei punti fondamentali della sua mission: aumentare il comfort casalingo. Esistono impianti di domotica molto semplici, anche wireless: comunicando tra loro tramite il modem di casa, possono sincronizzare, grazie all’applicazione, più sensori e dispositivi, semplicemente usando un tasto da pc, smartphone o tablet. Tutto ciò, naturalmente, può essere gestito anche a distanza: controllare le telecamere, inserire o disinserire l’allarme, controllare i consumi degli elettrodomestici in tempo reale, accendere o solo per fare qualche esempio.

LA CASA INTELLIGENTE PUÒ LANCIARE UN ALLARME

In pratica, interagendo con un’applicazione e un’interfaccia molto intuitive, il proprietario della casa potrà “parlare” direttamente all’hub centrale, che elaborerà e “smisterà” le informazioni ricevute tra le apparecchiature – le cose: non per niente la domotica si lega al concetto di Internet delle cose – associate. In questo modo, anche a distanza, si avrà tutto sotto controllo: la possibilità di abbassare le tapparelle in caso di pioggia, di controllare la temperatura interna. Quando l’hub centrale percepisce un allarme – di qualsiasi tipo: un allagamento, una fuoriuscita di gas, un tentativo di intrusione – invia una segnalazione: un messaggio sonoro, una mail, un messaggio. Tutto questo per poter intervenire immediatamente.

I RISPARMI DI UNA COSA DOMOTICA

La casa domotica gestisce la temperatura interna

Come detto, la casa domotica deve garantire la sostenibilità in più ambiti: ambiente, sicurezza, risparmio di energia elettrica. Vediamo insieme qualche esempio su quello che una casa domotica può fare nei vari settori.

  • Ambiente: gestire temperatura e umidità interne; gestire l’illuminazione; pianificare l’irrigazione; gestire tapparelle, tende e finestre; gestire cancelli e passi carrabili.
  • Sicurezza: impostare al verificarsi di un movimento l’apertura di una porta; in caso di tentativo di effrazione, far scattare l’allarme, chiudere le tapparelle e accendere le luci per spaventare il malintenzionato.
  • Risparmio energetico: controllare il consumo in tempo reale ed eventualmente, se viene rilevato un consumo troppo elevato, disabilitare una presa o un comando; accendere e spegnere luci, lampade e tv; accensione dell’illuminazione esterna al calar del sole e successivo spegnimento all’alba.

LA DOMOTICA ASSISTENZIALE

La domotica assistenziale apporta un miglioramento della qualità della vita alle persone anziane o disabili, permettendo loro di vivere in autonomia. Parlando di domotica assistenziale, possiamo distinguere due macro-aree di impiego:

  • la domotica per l’autonomia, pensata affinché l’utente in condizioni di fragilità possa interagire con l’ambiente in cui vive;
  • la domotica per la sicurezza: in questo caso, la persona in condizione di fragilità, che magari non ha familiarità con la tecnologia o presenta disabilità cognitive, non possiede il controllo dei dispositivi domestici che, però, possono essere invece impostati o azionati a distanza, per garantire la sicurezza e il benessere di chi vive all’interno degli spazi abitativi.

La domotica assistenziale, quindi, va oltre le esigenze di comodità, sicurezza della casa e risparmio energetico e offre alle persone con disabilità diversi benefici: limita le difficoltà delle persone con disabilità e permette loro di vivere la quotidianità con maggiore autonomia; offre la facoltà di convivere con le disabilità nell’autonomia della propria abitazione.

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

Primo piano
Il mordente per legno è un tipo di prodotto che si usa per cambiare colore mantenendo visibili le venature del legno.
#colors
Conosciuta come la “Venezia polacca” e la “città degli gnomi”, Breslavia è anche celebre per i suoi splendidi edifici color pastello.
#colors
Meglio toni caldi o freddi? Ecco alcuni consigli per i colori della cucina, in base a spazi e gusti e sempre alla ricerca dell'equilibrio.
News & Views / Primo piano
Una delle strategie più gettonate dagli interior designer su Instagram è evidenziare una singola parete di un ambiente: ecco il feature wall.
News & Views / Primo piano
Considerato sinonimo di opulenza ed eccesso, il barocco è ritornato in forma contemporanea e più essenziale: il barocco moderno.
#colors
Un tempo residenza degli schiavi musulmani, oggi il quartiere Bo-Kaap di Città del Capo è una delle zone più colorate del Sudafrica.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita