Una mano sta dipingendo di color blu fiordaliso, con un piccolo rullo, in diagonale, una parete bianca

Blu fiordaliso: da Vermeer all’interior design

Prende il nome dai uno dei pochi fiori effettivamente blu, e con le sue sfumature delicate e allo stesso tempo avvolgenti dà luminosità agli interni, declinato su mobili, accessori o pareti, riuscendo a catturare l’attenzione senza essere invadente. È il color blu fiordaliso, o azzurro fiordaliso.
Ecco qualche consiglio su come abbinarlo.

Qual è il colore del fiordaliso?

Dettaglio su un gruppo di fiori di fiordaliso

Il fiordaliso è una pianta della famiglia delle Asteraceae, come il girasole, la camomilla, il tarassaco, il cardo, il carciofo, il radicchio e la lattuga. Il suo nome scientifico è Centaurea cyanus, che deriva dal colore stesso e da una leggenda. Il colore è il blu ciano, che caratterizza i fiori del sottogenere cyanus. La leggenda riguarda invece il centauro Chirone: colpito da una freccia avvelenata, questi si curò la ferita usando proprio il succo di questa pianta.

Il blu del fiordaliso è una tinta medio-chiara con una punta di verde.
Fu anche uno dei colori preferiti dal pittore olandese Jan Vermeer, che lo adoperò spesso nei suoi capolavori. Figura anche nel più celebre dei suoi quadri, La Ragazza col turbante, meglio conosciuto come Ragazza con l’orecchino di perla: il turbante è in effetti blu fiordaliso.

Nel linguaggio dei fiori, è simbolo di dolcezza, leggerezza e amicizia sincera.

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

Come abbinare le pareti blu fiordaliso

Salotto in stile scandinavo con parete in blu fiordaliso, divano grigio chiaro con struttura in legno, cuscini bianchi, grigi e marroni, tavolino da caffè tondeggiante bianco con gambe in legno naturale, lampadario in vimini, libreria a giorno in legno naturale, con libri e soprammobili

Una delle caratteristiche distintive del blu fiordaliso è la sua versatilità, che si riflette in molteplici modi per integrarlo con successo negli ambienti domestici.
Sui muri, è consigliabile utilizzarlo con parsimonia, optando per una o massimo due pareti, lasciando le altre bianche o in colori neutri (come grigio, ecrù, beige, pesca).

  • In salotto si sposa bene con l’intramontabile bianco, che esalta la luminosità del blu fiordaliso. Il grigio, invece, ne sottolinea la sottile eleganza: si può optare per una palette di diverse sfumature di grigio, da quelle più chiare a quelle medio-scure. Insieme ai beige, il fiordaliso comunicherà invece calore e accoglienza. Per una belle dose di vibrante energia, si può puntare sui gialli terrosi, come l’ocra e il senape. I verdi tenui, ad esempio il verde salvia, daranno un’idea di relax e tranquillità.
  • In sala da pranzo: tonalità neutre o bianco, con tessuti in blu fiordaliso, accenti metallici, sedute e tavolo in legno chiaro o scuro. Piante e fiori freschi aggiungeranno un tocco naturale alla stanza.
  • In cucina, oltre che con il “solito” bianco, si abbina con il legno naturale, con le tonalità neutre, con gli accenti metallici, con le luci calde e con colori d’accento complementari, come l’arancione bruciato e il giallo senape.
  • In camera da letto, con il suo “effetto tranquillizante”, il blu fiordaliso è nel posto giusto. Si può accostare a mobili bianchi o in legno naturale, oltre che con il tortora e i beige.
  • In bagno il blu fiordaliso ricorda l’acqua, e si può abbinare al bianco dei sanitari e dei mobili, al legno naturale e alla pietra.

Come abbinare arredi blu fiordaliso

Salotto moderno ed essenziale, con sofà, poltrone, tavolino da caffè, lampada a stelo, separé in legno, cassettiera, tappeto, specchio e quadri, tutto sui toni del bianco e del grigio, con dettagli neri, e una poltrona color blu fiordaliso

I colori da abbinare agli arredi blu fiordaliso sono più o meno gli stessi consigliati per gli accostamenti con le pareti di questo colore: bianco, grigi, beige, verde salvia, giallo ocra o senape (ma solo per piccole aree).
A questi si aggiungono il rosato pallido e il pesca, per un accostamento insolito ma affascinante.

Il blu fiordaliso dà il meglio di sé in ambienti ben illuminati dalla luce naturale. Se la stanza è piccola, meglio usarlo solo per pochi pezzi “centrali”, come un divano, una madia, un comò o una vetrinetta.
Per creare contrasto, si può optare per abbinamenti con colori complementari come il giallo o l’arancione.

I materiali da abbinare al color blu fiordaliso

Dettaglio di una cucina sui colori del blu fiordaliso e del legno naturale, con isola con top in marmo bianco, sgabelli blu fiordaliso, vaso azzurro chiaro con rametti di fiori

  • Legno: chiaro, per interni in stile nordico; bianco, all’insegna dello shabby chic; o scuro, per ambienti più classici o, al contrario, ultracontemporanei.
  • Marmo: in tonalità chiare o bianche, soprattutto in cucina (per il top) e in bagno, ma anche in salotto.
  • Pietra grezza o cemento: per spazi dal sapore industriale o con richiami all’essenzialità orientale (vedi japandi).
  • Ceramica: rigorosamente bianca oppure blu, per soprammobili e piatti. È l’ideale in spazi dallo stile rustico o mediterraneo.
  • Metallo: cromato/argentato per stanze più minimal; dorato o color ottone, per dettagli preziosi e ambienti d’ispirazione Art Déco. In entrambi i casi, consigliamo la nostra linea di vernici metallizzate Golden Prestige, da impiegare sia su metallo che su legno, plastica, muro, vetro o tessuto.
  • Tra i tessuti: lino e cotone, in blu fiordaliso o in toni neutri, per chi punta sullo shabby chic, sul provenzale o sul rustico. Seta e velluto, invece, laddove si cerca eleganza e lusso.

Che colore è il blu cobalto? E qual è il colore ottanio?

Palette di tre colori: blu fiordaliso, blu cobalto e blu ottanio

Il blu cobaltone abbiamo parlato ampiamente qui — è più scuro e molto più profondo del blu fiordaliso.

L’ottanio, invece, è un turchese scuro combinato con il verde petrolio.

Salotto moderno con grande vetrata con cornice a griglia nera, parete bianca con decorazioni blu fiordaliso ad arco, divano in legno in stile scandinavo con cuscino blu fiordaliso, lampada in vimini, poltrona e diversi oggetti decorativi

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

write_mail

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

#colors / Primo piano
Fresco e duttile, il verde acqua (o acquamarina) può essere usato in tutte le stanze della casa, abbinato a molti colori.
#colors / Primo piano
Le tonalità terrose sono le “star” dell'interior design degli ultimi anni: tra loro, un posto speciale ce l'ha il color terracotta.
En plein air / Primo piano
Ad alta sostenibilità e a bassa manutenzione, il cosiddetto dry garden è una soluzione sempre più apprezzata per il giardino.
#colors
Molto amato da Vermeer, il blu fiordaliso è un colore di grande tendenza negli ultimi anni, da utilizzare con molteplici stili d'arredo.
#colors
Le porte interne colorate sono una scelta eclettica e audace ma possono sposarsi a molti stili di arredo, soprattutto i più contemporanei.
#colors
Quella dell'écru è una gamma di colori molto duttile, che si presta a molti abbinamenti per quasi tutti gli stili di arredamento.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita