una donna bionda seduta sul davanzale di una finestra che guarda il cellulare, davanti a una parete color ottanio

Ottanio: che colore è? Come abbinarlo?

C’è una scena, nella terza stagione di LOL – Chi ride è fuori, lo show in cui nomi storici e nuovi talenti della comicità si sfidano a non ridere, in cui il conduttore, Fedez, chiede a Maccio Capatonda di andare nella stanza sul retro e rispondere al telefono “color ottanio”. Ci sono un sacco di cornette che pendono, ciascuna di una tinta differente, e il comico, dopo un istante di esitazione, prende quella dal colore più particolare. Ecco, quello è l’ottanio, che non è blu e non è verde ma è decisamente una delle cromie più di tendenza negli ultimi anni.

Capace di abbinarsi perfettamente ad interni in stile moderno così come con un arredamento più classico, è un colore molto duttile, che può essere adoperato in tutte le stanze della casa.

Che cos’è l’ottanio? E perché si chiama così?

Un soggiorno con una sedia imbottita grigia, pareti verdi, boiserie color ottanio, mobiletto in metallo su ruote e piante in vasi metallici sparse per la stanza

Come abbiamo già avuto modo di spiegare parlando dei “colori con la O”, l’ottanio è una precisa sfumatura di turchese scuro, che sta tra il blu e il verde ed è stata creata solo negli anni ’50 a partire dalla combinazione del turchese con il verde petrolio. Quest’ultimo ha ispirato anche il nome, che deriva dagli ottani della benzina (il cosiddetto “numero di ottano” è l’indice della resistenza alla detonazione di un carburante).

È una tinta autunnale, tendenzialmente fredda (ma può avere anche sfumature calde). In principio è stata impiegata nel mondo della moda femminile, ma si è poi fatta strada anche nell’ambito del design di interni e nella comunicazione visiva.

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

Che colori abbinare all’ottanio nell’arredamento?

un soggiorno con pareti color ottanio, un divano grigio, una mappa sul muro, una scala pioli trasformata in portaoggetti, tappeto a motivi geometrici e scaffalino azzurro

L’ottanio è un colore molto elegante. Si può abbinare — usandola come tinta primaria ma anche come secondaria o d’accento — sia coi toni freddi che con quelli caldi.

  • bianco: è la combinazione più diffusa. Il contrasto tra le due tinte è forte e l’una, quando impiegata come accento, fa risaltare l’altra;
  • avorio: l’effetto è simile a quello del bianco, ma più sottile e raffinato;
  • tortora: con l’ottanio regala un’atmosfera urban jungle ;
  • gialli come ocra e senape: tutte le tonalità terrose si sposano molto bene con l’ottanio;
  • rosso corallo, rosso mattone o bordeaux: per forti contrasti, in cui ciascuno dei due colori esalta l’altro;
  • arancione fluo: solo per pochi coraggiosi, ma molto efficace. L’arancione fluo è ovviamente da usare come colore d’accento (senza esagerare!);
  • rosa antico o rosa pastello, come il color Frappè della linea di vernici materiche Vintage Prestige di Rio Verde: per un’eleganza sbarazzina;
  • viola: è un abbinamento insolito, adoperato perlopiù nel mondo della moda, ma si può sperimentare anche nel design di interni;
  • marrone cioccolato: è una combinazione interessante, cui va aggiunta una terza tonalità più chiara, magari su toni neutri;
  • verde salvia: la triade ottanio, verde salvia e beige (o tortora) è una delle più gettonate degli ultimi anni;
  • turchese o verde petrolio: per interni tono su tono;
  • grigio antracite: è una combinazione fredda e molto signorile per un salotto, un ingresso o un bagno;
  • toni metallici come l’oro e l’ottone: le tinte gialle metallizzate danno un tocco lussuoso. Consigliamo di usare i prodotti della linea di vernici metallizzate Golden Prestige di Rio Verde;
  • nero: all’insegna di una ricercatezza non troppo seriosa.

Che colore è il verde petrolio?

Primo piano su un vasetto bianco con pianta grassa, attorniato da altre piante più grandi e sullo sfondo una parete color ottanio

Spesso confuso con l’ottanio, il verde petrolio è più scuro.
Si chiama così per via del suo aspetto simile all’olio minerale.
Come già detto, è anche una delle due tinte che vanno a comporre l’ottanio: l’altra è il turchese.

L’ottanio per le pareti di casa

Soggiorno moderno con pareti ottanio, divano e pavimenti bianchi, libreria nera con oggetti bianchi, due quadri alle pareti, lampada a stelo nera, mensole bianche con oggetti

L’impiego più diffuso per questo colore è proprio come tinta muraria. Occhio però a non esagerare. Il consiglio è di dipingere in questo modo solo una parete, due al massimo, oppure optare per pareti bicolore, magari con l’uso di una boiserie.
Gli abbinamenti più indicati sono alcuni di quelli indicati sopra, specialmente bianco, avorio, tortora, ocra, rosso mattone, rosa antico e grigio antracite.

Per quanto riguarda i pavimenti, l’ottanio si combina bene sia con parquet scuri che chiari, anche sbiancati o completamente verniciati di bianco.
Noi suggeriamo di adoperare le vernici della linea Floor Prestige di Rio Verde: si possono applicare a molti materiali — legno, ceramica, grès, pietra, cemento e cotto — e tutti i colori disponibili (Tortora, Papiro, Cemento, Piombo e Antracite) si sposano perfettamente con l’ottanio.

Come abbinare l’ottanio in cucina e in bagno?

Primo piano sui fornelli di una cucina con top in marmo scuro, piastrelle color ottanio e mobili bianchi, con limoni e basilico accanto al lavabo

Per i due ambienti, le combinazioni ideali più o meno si equivalgono.

  • Per i mobili: l’ottanio è colore che dà un tocco di personalità agli armadietti della cucina o i mobiletti del bagno. Per uno stile moderno, le ante saranno lisce. Più lavorate, invece, in caso si voglia comunicare un’atmosfera più classica o rustica. Le pareti e le piastrelle potranno essere bianche, tortora o comunque sui toni neutri. Come colori d’accento andranno bene il nero (come dei top in marmo scuro) oppure il metallizzato (ad esempio maniglie e pomelli dorati oppure ottone).
  • Sulle pareti: i mobili potranno allora essere in legno naturale, sul bianco o comunque su toni neutri chiari, per un piacevole contrasto e per dare più profondità all’ambiente.
  • Per le piastrelle: come rivestimento paraschizzi o come decorazione a parete, l’ottanio si abbina al bianco e al grigio (anche al legno naturale, per quanto riguarda il bagno).
  • Sugli accessori: sgabelli, cornici, soprammobili, tende, tovaglie e tovagliette, per cucine sui toni del bianco, del nero o del legno naturale. Stesso discorso per la stanza da bagno.

Un bagno con parete color ottanio con nicchia in cui sono disposti saponi ed essenze, muretto in piastrelle bianche e grande vasca da bagno bianca

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

write_mail

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

News & Views / Primo piano
Forme insolite e colori terrosi, ma anche grandi classici: ecco le tendenze di quest'anno per le piastrelle: per bagno e cucina ma non solo.
#colors / Primo piano
Il Festival di Sanremo di quest'anno è stato piuttosto avaro in fatto di colori, perlomeno nelle canzoni presentate dagli artisti.
#colors / Primo piano
Il verde petrolio è uno dei colori più amati degli ultimi anni. Scopriamo come usarlo in casa e con quali colori si può abbinare.
#colors / Primo piano
Vecchi vasi e soprammobili possono diventare splendide composizioni da esporre, grazie a vernici che si possono impiegare su molti materiali.
News & Views
Dopo essere “esploso” sulle più recenti passerelle della moda, lo stile gorpcore sta per conquistare anche gli spazi domestici.
News & Views
Le tendenze per casa e arredo che vedremo nel 2024, tra nuovi fenomeni, continuazione di trend già visti negli ultimi anni e cicliche riproposizioni riviste...

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita