Camera da letto per bambino con una parete color glicine e struttura del letto in legno naturale a forma di casa

Color glicine: un’ispirazione floreale

Delicato ed elegante, il color glicine è stato protagonista di un grande rilancio, negli ultimi anni, sia nell’ambito della moda che in quello dell’arredamento di interni. Questa sfumatura floreale è molto duttile e può assumere diverse “personalità”, soprattutto in base agli abbinamenti: romantica, sofisticata, fresca, rilassante, creativa.

Che colore è il color glicine?

Rami fioriti di glicine con sulle sfondo un muro bianco

Il glicine è un variante pallida e tenue del viola e si ottiene combinandolo col bianco. Prende il nome dall’omonima pianta rampicante, che appartiene al genere delle Wisterieae e alla famiglia delle Fabacee (o leguminose).
Il nome scientifico wisteria gli fu dato dal botanico inglese Thomas Nuttall in omaggio al medico e anatomista statunitense Caspar Wistar.
È il fiore di questa specie vegetale ad assumere, appunto, il color glicine (ma si trovano anche bianchi, gialli, o di un viola più intenso).
Nel mondo anglosassone, questa tonalità viene chiamata wisteria o light lavender, cioè “lavanda chiaro”.

Cosa simboleggia il colore glicine?
Trattandosi di una pianta di origine asiatica, le culture orientali ne parlano in numerose leggende. In Oriente è un considerata un portafortuna ed è simbolo di disponibilità e amicizia, come pure della caducità della vita e dei continui mutamenti. Nel linguaggio dei fiori, è un augurio di longevità e salute, ma rimanda anche alla sensualità e alla bellezza. Per quanto riguarda i significati del colore, esse è spesso associato al romanticismo, ma anche alla calma e alla femminilità.

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

Che differenza c’è tra glicine e lilla? E il malva? E il lavanda?

Quattro cerchi su sfondo bianco che indicano le differenze di sfumatura tra lilla, glicine, malva e lavanda

Anche il lilla fa parte della gamma dei viola, ma è più delicato e caldo del glicine, dunque con una maggiore presenza di rosso.
Un’altra sfumatura simile è il malva. Come il glicine, prende il nome da una pianta e ne esistono molte varianti: malva, malva chiaro (molto simile al glicine), malva opera (con parti quasi uguali di ciano e magenta) e malva talpa, che invece tende più al marrone. Qual è il colore malva, quindi? Il malva tradizionale è un blu-magenta freddo con una buona presenza di grigio.
Il lavanda, infine, può essere considerato come una sfumatura più intensa del glicine.

Il color glicine nello stile shabby chic e in quello provenzale

Angolo di un salotto o di una studio con panca stile shabby chic, con cuscini color panna e glicine, accanto a una pianta di lavanda e sotto a delle mensole in legno grezzo piene di libri disposti al contrario (con il taglio visibile)

Importato in Europa dall’Oriente agli inizi dell’800, il glicine è presto diventato un simbolo dello stile e del “buon vivere” delle aree mediterranee.
Insieme alla lavanda, è uno dei fiori caratteristici dello stile provenzale. Successivamente, anche lo shabby chic, che al provenzale si ispira notevolmente, lo vede come protagonista nei giardini e nelle terrazze, adottando il colore anche come tinta d’accento per gli interni, soprattutto su tessuti (tende, cuscini, tappeti).

Che colori abbinare con il glicine alle pareti?

Una camera da letto con pareti color glicine vista di tre quarti. Gli arredi (letto matrimoniale, panca a fondo letto, piccola libreria e tavolinetti) sono in legno naturale in stile scandinavo. C'è anche una sedia in bambù e ci sono alcune piante in vaso nella stanza

Le pareti color glicine non sono molto comuni, ma negli ultimi anni sono sempre più usate da chi si occupa di arredo di interni e da chi vuole “osare” un po’ con tonalità che esulino dai soliti colori neutri.
Questa tinta offre molte possibilità di abbinamento sia in arredi dal gusto moderno che in quelli più classici e di ispirazione vintage.
Si può anche pensare di dipingere di color glicine solo una parete, lasciando le altre bianche o in colori neutri, oppure un’area orizzontale e verticale di una parete.

  • Bianco: il bianco è un grande classico con il glicine. Lo esalta e ne viene esaltato in maniera originale. Oltre agli arredi, in una stanza dalle pareti glicine si possono immaginare in bianco anche porte, cornici, boiserie e pavimenti.
  • Colori neutri caldi, come il beige e il crema, creano un’atmosfera accogliente senza distogliere l’attenzione dal glicine.
  • I grigi, magari declinati in diverse sfumature, offrono la possibilità di giocare con una gamma di contrasti. Anche il tortora — tra le più gettonate tinte del periodo recente — si abbina benissimo.
  • Nero: è un abbinamento coraggioso e non adatto a tutti i “palati”, ma che regala certamente un tocco di sofisticata eleganza.
  • Verde acqua, turchese e verde menta: insieme al glicine creano movimento e un’atmosfera rilassata, quasi eterea, ma con un pizzico di vivacità.
  • Gli azzurri pastello e i blu più chiari faranno risaltare i toni freddi del glicine, creando una palette complessa e affascinante.
  • Rosa chiaro, rosa pastello o pesca (simile al colore Pantone dell’anno): con il glicine creano una combinazione delicata e romantica, molto femminile. Consigliamo di provare anche il rosa Frappè della linea di vernici materiche Vintage Prestige di Rio Verde. Si tratta di vernici a effetto materico, che si possono usare anche senza carteggiare.
  • La palette dei viola, dai più scuri (come il prugna) ai più chiari, per comporre un’ambiente tono su tono.
  • Legno naturale: i legni chiari e medi si sposano bene con le sfumature più tenui del glicine e sono adatte in ambienti dallo stile moderno ed essenziale.
  • Oro o ottone sono infine perfetti come colori d’accento per lampade, vasi e soprammobili. Nella linea di vernici metallizzate Golden Prestige di Rio Verde troviamo sia l’Oro Giallo che l’Oro Bruno.

Che colori abbinare ad arredi color glicine?

Dettaglio di un luminoso salotto moderno con pareti bianche, sofà trapuntato grigio con cuscini e coperte color glicine e quadri alle pareti con stampe a blocchi di colore geometrici sul glicine e sul viola

Come colore secondario, il glicine è adatto a pezzi d’arredo che hanno il ruolo di protagonisti, come un sofà, una vecchia madia restaurata o un tavolo da pranzo con le sedie. Ma si può anche declinare, magari come colore d’accento, su tende, cuscini e coperte, soprammobili e tavolini da caffè.
L’importante è considerare sempre la quantità di luce naturale e le dimensioni dello spazio: variabili essenziali nella scelta del colore per la pittura dei muri.

I colori per le pareti consigliati sono allora:

  • il classico bianco;
  • un grigio chiaro, un’opzione neutra che si abbina bene con i mobili color glicine, soprattutto in ambienti dallo stile moderno;
  • antracite o grigio scuro: molto elegante e sofisticato, adatto a stanze dallo stile moderno;
  • beige o crema, per far risaltare gli arredi in un’atmosfera accogliente e calda;
  • lilla, malva o lavanda, per mantenere continuità cromatica e giocare tono su tono (ma attenzione a trovare un equilibrio, magare con una tinta d’accento a contrasto, per evitare un effetto stucchevole);
  • verde salvia, per un abbinamento fresco che richiama la natura e i colori naturali del glicine;
  • per puntare sul complementare, un giallo senape, che richiama molto gli anni ’70;
  • azzurro o turchese pallido.

Il color glicine in cucina e in bagno

Angolo di un bagno con mobili bianchi e piastrelle color glicine, specchio circolare e lavandino pure circolare

Il glicine è una tinta che si presta bene anche all’uso nella stanza da bagno. Gli accostamenti più azzeccati sono con il bianco, il grigio e il legno naturale. Da evitare, però, se l’ambiente non ha abbastanza luce naturale.

In cucina, invece, questo colore diventa sinonimo di creatività e di libertà di pensiero. Anche in questo caso, gli abbinamenti più eleganti prevedono il bianco, il legno naturale e il grigio.

Angolo di una cucina con mobili bianchi nella parte superiore e glicine in quella inferiore

icona_punti_vendita

I negozi di vernici
e i colorifici
più vicini a te

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

write_mail

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

#colors / Primo piano
Con le sue note terrose, il giallo ocra è uno dei colori preferiti per l'arredamento contemporaneo. Vediamo come abbinarlo.
News & Views / Primo piano
Molto utilizzati in arredi d'ispirazione industriale, gli armadietti metallici si abbinano a diversi stili di interior design.
#colors / News & Views / Primo piano
Sempre più diffusa, la cucina nera è sinonimo di eleganza e si può abbinare a molti stili di arredo e con molti altri colori.
Primo piano
Talvolta è difficile orientarsi nella moltitudine di stili di arredamento contemporanei. Ecco quindi spiegati i più diffusi degli ultimi anni.
#colors / Primo piano
A lungo ostracizzato nel design di interni, l'arancione, in tutte le sue sfumature, è il grande protagonista degli ultimi anni.
Primo piano
Senza tempo e sempre elegante, nella sua essenzialità, lo stile Mid-Century non passa mai di moda e si può integrare in molti stili d'arredo.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita