Una palla di Natale completamente bianca su fondo bianco

Qualche idea per le decorazioni natalizie a tema

Abbiamo già tirato fuori dagli scatoloni e dalle soffitte tutto “l’armamentario” per il Natale. Albero, palle, luci, festoni, ghirlande. Ci siamo messi con cura a decorare la casa e, come ogni anno, cerchiamo anche qualcosa di nuovo. Qualche idea per sorprendere noi stessi e chi verrà a trovarci, o semplicemente per rendere l’ambiente domestico un pizzico più speciale rispetto al passato, soprattutto in questo difficile periodo di pandemia. Noi di Rio Verde qualche spunto l’abbiamo cercato in qua e in là per la rete: per noi e, soprattutto, per voi. Ecco quindi un po’ di idee per delle decorazioni natalizie originali.

Per un Natale all’insegna del minimalismo

Nonostante la tradizionale estetica natalizia sia diametralmente opposta ai gusti di chi non ama i fronzoli e ha “less is more” come mantra di vita, non è detto che le feste debbano trasformarsi per forza in un incubo. Anzi, tra le ultime tendenze in fatto di decorazioni c’è proprio uno stile semplice, fatto di linee essenziali e pochi elementi. Ristrettissima la tavolozza cromatica, fatta principalmente di bianco, tinte metallizzate e legno naturale.

Composizione natalizia di soprammobili e decorazioni in total white e vernici metallizzate: ci sono un cervo, un pacco regalo, una sveglia, una sfera di neve e, appena, una ghirlanda di foglie

Per una composizione efficace bastano pochi elementi, ben scelti. Non serve neanche spendere molto. Si possono recuperare vecchi oggetti o pezzi da mercatino delle pulci e poi colorarli con le vernici all’acqua Rio Verde.
Per il bianco andrà benissimo la tinta Cocco della linea Vintage Prestige. Per il metallizzato c’è invece la linea Golden Prestige, disponibile nelle tonalità dell’oro giallo, dell’oro bruno, dell’oro rosa, dell’oro bianco e dell’oro nero.
Oltre al legno, entrambi gli smalti si possono applicare al metallo, al vetro, al muro, alla plastica e alla stoffa, così da rendere “splendidamente minimal” praticamente qualsiasi cosa.
Si tratta di prodotti all’acqua, a basso contenuti di solventi, inodori ed esenti da sostanze dannose per le persone e per l’ambiente, quindi non c’è alcun problema nell’usarle in casa, al chiuso.

Scrivania minimalista con cavalletti. Ci sono una sedia bianca e un tappeto in pelo, pure bianco. Sulla scrivania un vaso con dei rami con su appese palle di natale bianche e metallizzate

In alternativa al solito albero di Natale — o, per chi non vuole rinunciarvi, in aggiunta a esso — perché non creare composizioni iper-essenziali in qualche angolo della casa?
Bastano un bel vaso, dei rami spogli e qualche palla di Natale, preferibilmente bianca o metallizzata. Accanto, per chi non teme troppa “confusione”, si possono aggiungere candele e soprammobili, ovviamente sempre all’insegna del “poco è meglio”.

Vista dall'alto di una tavolo con sopra pacchi regalo minimali con carta bianca, spago bianco e ramoscelli con foglie. Ci sono anche una candela e un paio di forbici da giardiniere

Anche per i pacchi regalo la semplicità si dimostra la carta vincente. Servono una carta da pacchi monocromatica, possibilmente ecologica, nelle tonalità del bianco, del grigio o del marrone, e poi dello spago. Per un tocco di ricercata eleganza in più: dei ramoscelli recisi di fresco, unica concessione a un minimo di decorazione.

Le decorazioni natalizie per chi ama riciclare

Con un po’ d’ingegno e molta immaginazione è assolutamente ragionevole pensare di decorare la casa spendendo poco più di nulla, nell’ottica della sostenibilità e del risparmio. E con in più la gioia di riutilizzare ciò che era già a portata di mano o che se ne stava in cantina o in soffitta in attesa del proprio turno.

 Piccolo albero di Natale decorato con fette e bucce d'arancia essiccate

Vero o artificiale che sia, qualsiasi albero di Natale si può decorare anche senza usare nemmeno una pallina o un festone.
Come? Basta far essiccare fette e bucce di arancia, mandarino, cedro e limone. Per appenderle: dei pezzetti di spago. Le bucce si possono anche ritagliare fino a ottenere le forme che si vogliono: stelle, alberi, cuori…

Delle decorazioni natalizie low-cost create con spago, sfere di legno che reggono pigne e rametti

Una soluzione un po’ differente, ma sempre a costo quasi-zero, è quella di utilizzare rametti, ramoscelli e pigne al posto delle palline. Con delle semplici sfere, un po’ di colla e dello spago si potranno poi appendere all’albero o ovunque si voglia.

Delle stelle natalizie o dei fiocchi di neve creati attaccando insieme vecchie mollette di legno

Chi ha tante vecchie mollette in legno potrà usarle per costruire stelle o fiocchi di neve. Non occorrono altro che colla e vernice. Per quest’ultima consigliamo la Vintage Prestige della gamma Rio Verde di Renner Italia, sia nella tonalità Cocco che in quelle pastello, per creare composizioni multicolori.
Ma per farle brillare davvero non c’è niente di meglio che la vernice Golden Prestige!

Una scala a libretto diventa un albero di Natale con qualche decorazione

Chi invece vuole l’albero ma facendo a meno… dell’albero, potrà usare una scala a libretto (ovviamente meglio se in legno), da decorare esattamente come fosse un abete.

Due mani intagliano una patata per creare un timbro a forma di abete. Sullo sfondo ci sono rametti di abete

Piuttosto che andare ad acquistare rotoli di carta da pacchi decorata, perché non farsela da soli? Servirà solo della banale carta naturale monocromatica e per le decorazioni ci si può sbizzarrire con forme e colori, costruendo degli stencil col cartoncino oppure producendo in casa dei timbri. Bastano delle normalissime, umili patate, da intagliare a piacimento.

Una pacco regalo realizzato con un panno piegato con la tecnica giapponese del furoshiki

Un’altra modalità super-economica ma molto elegante per impacchettare un dono è utilizzare dei tessuti semplici, in lino o in cotone (vanno bene anche degli strofinacci da casa). A renderli speciali sarà il modo in cui saranno avvolti i regali: seguendo le tecniche che usano da centinaia di anni i giapponesi per piegare i furoshiki. Si tratta di quadrati di stoffa usati per portare cibo, vestiti e, appunto, doni.

Le decorazioni natalizie a tema enologico

Chi ama gustare ogni tanto qualche buon vino e aprire una bottiglia in compagnia, dovrebbe sempre tenere da parte i tappi da sughero. Sono infatti tra i materiali più duttili che ci siano, punto di partenza per mille esperimenti creativi.
Nelle case di enologi, enofili e aspiranti sommelier, si può giocare con l’elemento-tappo in molti modi differenti.

Un albero di natale costruito con tappi di sughero con il fondo colorato

Con un po’ di colla e molti tappi è possibile costruire un albero di Natale di molte forme e dimensioni.
I tappi possono essere lasciati al naturale ma una bella idea è colorarli in modi diversi, così da simulare le palline appese.

Un mini-abete da appendere, creato con tappi di sughero e spago

Lo stesso spunto di prima, declinato però in decorazioni pensili, magari da appendere all’albero vero e proprio, oppure al muro, alle scale, alle porte o all’ingresso. Un po’ di spago o di filo di ferro faranno da gancio e terranno insieme il tutto, ma sempre meglio mettere anche un po’ di colla.

Una ghirlanda natalizia creata con tappi di sughero

E la tradizionale ghirlanda da appendere al portone o sopra il camino? Anche quella è facile fabbricarla con i tappi: serve un robusto filo di ferro per la forma centrale attorno alla quale si andranno poi ad appiccicare tra loro i tappi. Un fiocco e qualche rametto completeranno il lavoro.

Composizione a forma di testa di renna, creata attaccando gli uni agli altri dei tappi di sughero

Se si riesce a creare una ghirlanda, perché non provare addirittura a “disegnare” coi tappi? Con un po’ di fantasia si arriverà a realizzare di tutto, compresa la testa di una renna di Babbo Natale.

Quattro candele accese fissate su altrettante bottiglie di vetro riempite d'acque e di ramoscelli di piante

Chi ama tenere da parte le bottiglie dalle forme più particolari, potrà usarle come affascinanti porta-candela. Rimuovendo ogni etichetta e riempiendola d’acqua, diventeranno immediatamente “natalizie” una volta fissate le candele. L’effetto sarà ancora migliore riempiendole d’acqua e immergendovi all’interno dei rametti di pino o d’abete. Quando poi la cera si scioglierà, andando a colare sul vetro, l’atmosfera da fiaba è assicurata.

Le decorazioni natalizie a tema libri

Qualche idee per lettrici e lettori forti, che amano circondarsi di libri e che pensano che il miglior arredo in assoluto per qualsiasi ambiente sia un bello scaffale pieno di volumi.

Un albero di Natale formato da libri aperti, palline e festoni

Semplicemente mettendo gli uni sugli altri alcuni libri aperti, si può creare una composizione che ricordi un albero di Natale. Aggiungendo qualche pallina e festone, il risultato sarà ancora più convincente. È praticamente a costo zero e si può usare l’idea per quegli angoli della casa troppo spogli.

Albero di Natale creato mettendo in equilibrio libri, luci e palline

Una versione ancora più complessa — e per chi se la cava col mettere in equilibrio gli oggetti — è realizzabile con tomi di diverse dimensioni. In questo caso il tutto risalterà ancora di più con l’uso di qualche luce a LED a intermittenza.

Primo piano su un centro tavola realizzato con pagine di vecchi libri ripiegate e una candela

Sappiamo che per chi ama i libri l’idea di strappare delle pagine potrebbe sembrare un delitto. Per questo consigliamo di usare quelle dei volumi presi a buon mercato nei mercatini (possibilmente dei brutti libri, in questo caso). Con le pagine opportunamente avvolte e piegate si possono fabbricare dei bei centrotavola. Occhio, però, alle candele. Sempre di carta si tratta.

Mensole con libri disposte a formare un albero di Natale

Per chi ha la possibilità di farlo: mensole di diverse dimensioni, sempre più piccole man mano che si sale, diventeranno immediatamente un abete. Si unirà così il piacere di sistemare i propri libri a quello di “fare l’albero”. Una stella in cima incoronerà la composizione.

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

Primo piano
Il mordente per legno è un tipo di prodotto che si usa per cambiare colore mantenendo visibili le venature del legno.
#colors
Conosciuta come la “Venezia polacca” e la “città degli gnomi”, Breslavia è anche celebre per i suoi splendidi edifici color pastello.
#colors
Meglio toni caldi o freddi? Ecco alcuni consigli per i colori della cucina, in base a spazi e gusti e sempre alla ricerca dell'equilibrio.
News & Views / Primo piano
Una delle strategie più gettonate dagli interior designer su Instagram è evidenziare una singola parete di un ambiente: ecco il feature wall.
News & Views / Primo piano
Considerato sinonimo di opulenza ed eccesso, il barocco è ritornato in forma contemporanea e più essenziale: il barocco moderno.
#colors
Un tempo residenza degli schiavi musulmani, oggi il quartiere Bo-Kaap di Città del Capo è una delle zone più colorate del Sudafrica.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita