I tipici edifici color pastello della Piazza del Mercato di Breslavia, in Polonia

Città a colori: Breslavia, in Polonia

Il mondo è ricco di villaggi, quartieri, centri storici o intere città in cui gli edifici presentano tinte che sembrano uscite dal pennello di un artista. Vi porteremo in viaggio tra le più interessanti. Oggi andiamo a Breslavia, quarta città della Polonia, conosciuta come la “Venezia polacca” e come “la città degli gnomi”, essendocene tantissimi sparsi per le sue strade. Ma Breslavia è anche celebre per i colori pastello del suo centro storico.

Breslavia, città della cultura

Vista dall'alto notturna di Breslavia, in Polonia, con il fiume Oder e i canali che la attraversano

Breslavia — in polacco Wrocław — sorge lungo il corso del fiume Oder, nella parte sud-occidentale della Polonia.
Di questo centro abitato si hanno notizie a partire dal X secolo. All’epoca si trovava all’intersezione tra due importanti itinerari commerciali: la Via dell’ambra (che dal Baltico arrivava al Mediterraneo) e la Via Regia (che attraversava tutto il Sacro Romano Impero).
Durante la sua lunga storia, Breslavia ha subito molteplici dominazioni. Solo negli ultimi secoli, dal Regno di Polonia passò al Regno di Prussia, poi alla Repubblica di Weimar e infine alla Germania nazista. Dopo il 1945 è definitivamente entrata a far parte della Repubblica di Polonia.

Oggi ospita oltre 600 mila abitanti ed è, come già accennato, la quarta città del paese, nonché uno dei principali centri culturali, piena com’è di musei, gallerie d’arte e teatri. Nel 2016 è stata addirittura designata contemporaneamente Capitale europea della cultura e Capitale mondiale del libro.

Breslavia, città delle isole e… degli gnomi

Una delle tipiche statuine di gnomi di Breslavia, in Polonia, con sullo sfondo la Piazza del Mercato

Breslavia è anche un importante porto fluviale. Per via delle sue molte isole (12), formate dal fiume Oder e dai suoi affluenti, oltre che da canali artificiali, è conosciuta come la “Venezia polacca”.

Un’altra particolarità sono le statuine di gnomi. Sono a centinaia, grandi e piccole, sparse per tutta la città. Hanno iniziato a diffondersi negli anni ’80 come dissacrante e surreale forma di protesta contro il regime comunista dell’epoca, ma dopo il crollo del blocco sovietico sono diventate un’attrazione turistica. Esistono anche delle mappe per andare a scovarle tra vie e vicoli.

La coloratissima Piazza del Mercato

Vista frontale di un lato della Piazza del Mercato di Breslavia, con i suoi edifici color pastello

Il Rynek, la piazza del mercato, è il cuore del centro storico della città. Esiste fin dal Medioevo ed è una delle piazze più belle dell’intera Europa.
Di forma rettangolare (213 metri per 178) è circondata da palazzi signorili in stile rinascimentale, gotico e barocco. Tra questi c’è anche il Municipio.
Molti degli edifici sono stati restaurati dopo la Seconda guerra mondiale, quando buona parte del centro di Breslavia fu danneggiato dai bombardamenti, che tuttavia risparmiarono quasi del tutto il Rynek.

Molto vissuta sia in estate che in inverno, e a ogni ora del giorno e della notte, la piazza è caratterizzata anche dai colori pastello dei palazzi. Colori che si ritrovano qua e là in molte vie del centro storico, su facciate strette e alte, spesso molto decorate.

La palette cromatica di Breslavia

Palette di colori ispirata ai palazzi della Piazza del Mercato di Breslavia

Come abbiamo già fatto in passato con Colmar in Francia, la “rainbow row” di Charleston, il quartiere Balat di Istanbul, Chefchaouen in Marocco, il Caminito di Buenos Aires e il quartiere Bo-Kaap di Città del Capo, abbiamo tentato di immaginare anche la palette cromatica di Breslavia.

Con le sue tinte pastello, la piazza del mercato è l’ispirazione perfetta, e può essere presa come spunto per colorare e decorare arredi e accessori di casa propria.
Tra l’altro le tonalità — specialmente il rosa Frappè, il Lattementa, l’Anice e il Tartufo — ricordano molto da vicino quelle della nostra linea di vernici per effetti materici Vintage Prestige di Rio Verde. È una vernice coprente e a base acquosa, che si può usare su svariati materiali: legno, vetro, metallo, muro, plastica e tessuto.

Vista dall'alto della colorata piazza del mercato di Breslavia, in Polonia

icona_punti_vendita

La vernice
giusta?

Il colore
preferito?

Ci vediamo
in negozio

Come
verniciare?

Il miglior
prodotto?

L'esperto
risponde

Potrebbe interessarti anche

#colors
Vietri sul Mare, il più grande centro della costiera amalfitana, non è conosciuto solo per le bellezze naturali ma anche per le ceramiche.
Primo piano / Suggerimenti
Scopriamo insieme come sverniciare il legno in modo naturale. Le principali tecniche, gli attrezzi, i trucchi del mestiere per sverniciare velocemente e le pratiche ormai desuete.
News & Views
Il mercato dei vinili è ancora una nicchia, ma in costante aumento. E c'è sempre più gente che dedica un angolo della casa al giradischi.
News & Views / Primo piano
Il Milano Design Film Festival è un evento unico nel suo genere e porta in Italia film da tutto il mondo dedicati ad architettura e design.
News & Views
Protagonista dei cataloghi di arredamento e delle pagine delle riviste di design, il divano senape si abbina a moltissimi stili e colori.
News & Views / Primo piano
Nato nell'omonima città messicana, lo stile Mérida è frutto della fusione tra tradizioni e contemporaneità.

Ispirati sul blog del colore

Richiedi consulenza gratuita

Lascia la tua email*
logo_renner_italia

Renner Italia S.p.A.

Via Ronchi Inferiore, 34 – 40061 Minerbio (BO) Italia
Tel +39 051 6618211 | Fax +39 051 6606312 | info@renneritalia.com

Capitale sociale Euro 5.250.000 i.v. – Registro imprese BO C.F/P. Iva: 02433001209 – R.E.A. 439235 – Codice meccanografico BO052481

Ispirati sul blog del colore
Richiedi consulenza gratuita

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.